Piazza Affari: la furia ribassista è alle battute finali?
News / 29 ottobre 2018

Il Ftse Mib è tornato sui minimi da inizio 2017, raggiungendo una soglia di prezzo che riveste una certa importanza, ma non sono da escludere ulteriori affondi. I market movers da seguire in avvio di settimana. La scorsa settimana si è conclusa con una seduta in ribasso per le Borse europee che, pur fermandosi a distanza dai minimi intraday, non sono riuscite ad evitare il segno meno. Il Ftse100 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,92% e dello 0,94%, mentre il Cac40 ha riportato un calo dell’1,29%. Si è difesa meglio degli altri Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 18.683 punti, con una flessione dello 0,7%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 18.418 e un minimo a 18.726 punti. Negativo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips è sceso del 2,08% rispetto al close del venerdì precedente. L’indice in apertura di settimana ha dato vita ad un recupero che però non ha condotto oltre i 19.500 punti, l’avvicinamento dei quali ha fatto scattare nuovamente le vendite. I corsi sono scesi così dapprima in area 18.800/18.700, per poi approfondire la flessione fino ai 18.400 punti, avvicinati nelle…

La grande crisi delle caramelle 
News / 29 ottobre 2018

Sono tempi amari per i dolci. Le caramelle sono le vittime di un consumo più attento alla salute e agli zuccheri. Tra diete e sostenibilità, neppure Halloween sembra poterle salvare. Ci riusciranno le startup? È quello che si è chiesto un’analisi di CBInsights. Lo scorso gennaio un gigante come Nestle ha venduto la sua divisione “caramelle” all’italiana Ferrero. E sempre più di rado i gruppi alimentari nominano la parola “candy” nelle conferenze con cui presentano agli investitori le proprie trimestrali. Le menzioni erano circa 60 alla fine del 2014 e sono calate a 30 nel secondo trimestre 2018. Non sembra essere una coincidenza ma una tendenza: parlare di caramelle non sta bene perché hanno una cattiva reputazione. Anche nel mondo delle giovani imprese innovative, chi produce dolci fa più facica: dal 2015 a oggi, le startup del settore hanno raccolto 479 milioni di dollari, meno della metà di quanto non abbiano ottenuto le colleghe che si occupano di caffè nel solo 2018. Eppure, proprio queste imprese stanno provando a ridare slancio, con ingredienti più salutari, filiere più sostenibili e nuove tecnologie e strategie di marketing. La sostenibilità vende bene Si punta sulla fantasia: meno sullo zucchero, più ingredienti esotici e…