A22-A4, ok UE preannunciato ad affidamento in house concessioni

31 ottobre 2018

“Sulla gestione delle autostrade A22 Brennero-Modena e A4 Venezia-Trieste in questi mesi al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti abbiamo fatto un grande lavoro, culminato ora con l’ok preannunciato dall’Europa all’affidamento in house delle concessioni.

“Sulla gestione delle autostrade A22 Brennero-Modena e* A4 Venezia-Trieste* in questi mesi al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti *abbiamo fatto un grande lavoro, culminato ora con l’ok preannunciato dall’Europa all’affidamento in house delle concessioni. Un intervento fondamentale, ottenuto in pochissimo tempo e che mi rende orgoglioso”. Lo dice il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, *Danilo Toninelli, in una nota.

“Abbiamo ereditato in Italia un sistema di concessioni autostradali pluridecennali totalmente sbilanciate sui privati, che hanno guadagnato miliardi dai pedaggi, badando più al profitto che alla sicurezza e alla qualità del servizio – aggiunge il Ministro – Vogliamo ribaltare questo modello e il risultato sulla A22 e l’A4 è lo step da cui partire, per cui una società totalmente pubblica e detenuta dagli enti locali garantirà che gli utili derivanti dai pedaggi rimangano interamente sul territorio, per il suo sviluppo, e vengano reinvestiti in sicurezza e manutenzione”.

“Per ottenere questo grande traguardo, che rivendico – prosegue Toninelli – abbiamo fatto un intenso lavoro negli scorsi mesi anche con la Commissione europea, che ha dato il proprio assenso all’affidamento delle due concessioni a un soggetto interamente pubblico formato da un consorzio di enti locali, condizionando il proprio via libera a un ruolo di vigilanza e di controllo da parte del MIT più incisivo sulle concessionarie in house. Il Ministero garantirà che gli utili vengano reinvestiti nella manutenzione delle due autostrade e, tra le altre cose, nello sviluppo del trasporto pubblico sostenibile dei territori interessati, senza escludere la possibilità di prevedere tariffe agevolate per i pendolari e per i mezzi a basso impatto ambientale.

Alla concessione si applicheranno le tariffe stabilite dall’ART (Autorità di Regolazione dei Trasporti), e questo porterà a una calmierazione dei pedaggi. Inoltre nelle convenzioni è previsto l’obbligo di affidare con gara tutti i lavori, le forniture ed i servizi previsti in concessione favorendo la massima espansione al mercato concorrenziale”.

“Nella seconda settimana di novembre saremo a Bruxelles per chiudere positivamente questo dossier – sottolinea Toninelli – e quindi firmeremo il protocollo d’intesa con le amministrazioni locali, segnando un nuovo modello virtuoso di gestione del bene pubblico. Lo Stato torna dalla parte dei cittadini: il gioco di squadra tra enti locali e MIT garantirà un servizio migliore a un costo inferiore e l’utilizzo degli utili derivanti dai pedaggi per la manutenzione, per la sicurezza di chi viaggia e per lo sviluppo del territorio. Oltre che una maggiore trasparenza nella gestione e nomine basate sul merito”, conclude il Ministro.

(GD – www.ftaonline.com)

fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.