Dax future: livelli chiave di inizio settimana

31 ottobre 2018

Il Dax future apre la settimana con un interessante recupero verso le resistenze oltre 11.400 punti, palesando tutte difficoltà ad arginare la pressione ribassista, adesso ancora più agguerrita grazie allo “sboom” degli indici azionari Usa.

Inizio di settimana complesso per il Dax future che nelle ultime due giornate tenta di arginare la pressione ribassista, consolidando venerdì i minimi di periodo a 11.050 e provando ieri a superare la resistenza 11.400 punti. 

Sfortunatamente gli operatori devono arrendersi alla debolezza degli indici Usa chiudendo in prossimità di 11.200 punti, annullando quasi del tutto i guadagni della mattinata.

Infatti questa mattina la partenza tonica oltre quota 11.300 punti non consente comunque di difendere il tentativo di allungo rialzista effettuato ieri, in quanto è essenziale oltrepassare la resistenza di 11.640 per consolidare un primo obiettivo credibile di inversione del trend in essere.

L’analisi delle configurazioni candlestick sul grafico daily fa emergere un quadro ancora contrastato caratterizzato dalla presenza di una dragonfly doji e di inverted hammer dalla valenza non completamente negativa, in quanto si sta manifestando una robusta corrente di compratori in grado per il momento di arginare la pressione verso il basso, lungo il livello di sbarramento a 11.050 punti.

L’analisi del indicare di trend Cci sul grafico intraday riassume una situazione di grande volatilità, mettendo a nudo la contrapposizione tra compratori e venditori, non in grado di raggiungere i rispettivi obiettivi di prezzo.

Tale situazione determina di fatto il consolidamento dei minimi di periodo lungo la fascia di prezzo compresa tra 11.150 e 11.560 punti, con la parte acquirente comunque in posizione di svantaggio, visto il calo pregresso e l’inizio dello “sboom” degli indici Usa.

Strategia intraday

Per le posizioni long: attendere la stabilizzazione del supporto di 11.200 prima di intraprendere nuove operazioni monitorando i livelli di volatilità ancora in aumento e il rischio di vedere prima violati gli 11.000 punti e successivamente di rimbalzi oltre 11.300.

Per le posizioni short: posizionare ordini pendenti a ridosso di quota 11.340 punti, con stop molto corto a 11.430 e target a 11.230 punti.

 Grafico Dax future di TradingView

fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.