Il Dax future completa un testa spalle rialzista
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

Il Dax future completa un testa spalle rialzista sul grafico a 5 minuti e si arresta subito sotto il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di mercoledi’ pomeriggio, resistenza a 11440 circa. Il Dax future completa un testa spalle rialzista sul grafico a 5 minuti e si arresta subito sotto il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di mercoledi’ pomeriggio, resistenza a 11440 circa. Sopra quei livelli possibile test di area 11530, target del testa spalle. Sotto la neckline, passante a 11400 circa, la figura rialzista verrebbe negata. (AM – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

STM limita i danni, ma ancora cattive notizie legate ad Apple
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

Secondo Equita SIM il taglio della guidance da parte di AMS conferma la minore domanda di iPhone nel quarto trimestre. Nuova seduta in calo per STM che, dopo aver ceduto quasi un punto percentuale ieri, ha perso ulteriormente terreno, pur riuscendo a limitare i danni. Il titolo nel corso della sessione è arrivato a segnare un minimo intraday a 12,01 euro, su livelli che non si vedevano da gennaio dello scorso anno, registrando una flessione di oltre tre punti percentuali. Dai minimi STM ha reagito, pur non evitando una chiusura con il segno, visto che ha terminato gli scambi a 12,35 euro, con un calo dello 0,68% e oltre 5,7 milioni di azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 4,7 milioni di prezzi. Dopo Lumentum ed IQE un altro fornitore di Apple per la supply chain del Face ID, la società austriaca AMS, ha ridotto la guidance del quarto trimestre. In particolare AMS ha tagliato le previsioni del 15% e si aspetta ora per gli ultimi tre mesi dell’ano ricavi in un range di 480-520 milioni di dollari, rispetto alla forchetta indicata in precedenza pari a 570-610 milioni.Secondo Equita SIM questo conferma la minore…

Piazza Affari negativa, trimestrali e spread protagonisti. FTSE MIB -0,90%
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

Piazza Affari negativa, trimestrali e spread protagonisti. Piazza Affari negativa, trimestrali e spread protagonisti. FTSE MIB -0,90%. Mercati azionari europei deboli. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,2%, Nasdaq Composite +0,3%, Dow Jones Industrial -0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,90%, il FTSE Italia All-Share a -0,92%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,99%, il FTSE Italia STAR a -1,78%. Giornata campale per il Regno Unito: il governo di Theresa May entra nel caos *dopo il raggiungimento di un accordo di massima con l’Europa sulla Brexit. Dopo l’annuncio dell’intesa da sottoporre al Parlamento, ben quattro ministri hanno infatti lasciato l’esecutivo britannico. In forte calo la sterlina. *Grande volatilità anche sull’obbligazionario Italia: Poco dopo le 15 rendimento e spread del BTP decennale hanno subito una improvvisa accelerazione al rialzo. Il rendimento è passato da 3,50% a 3,55% e lo spread sul Bund da 314 a 319 bp, per poi ritracciare verso i livelli di partenza. Le vendite sul benchmark governativo italiano sono scattate dopo la diffusione su twitter di una dichiarazione di Claudio Borghi, parlamentare della Lega ed economista, secondo cui qualora il partito di Matteo Salvini ottenesse al maggioranza alle prossime…

Warrant Hub (Tinexta) a supporto di Lago per il patent box
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

Warrant Hub (Tinexta Group), società leader nella consulenza alle imprese per operazioni di finanza agevolata, ha supportato Lago S. Warrant Hub (Tinexta Group), società leader nella consulenza alle imprese per operazioni di finanza agevolata, ha supportato Lago S.p.A., innovativa azienda veneta del mondo del design e dell’arredamento, nell’iter per la sottoscrizione dell’accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate sulle modalità di calcolo del reddito agevolabile ai fini della normativa Patent Box. L’accordo ha avuto come oggetto il marchio aziendale, i disegni e i brevetti industriali. Ad assistere Lago è stata Warrant Innovation Lab, società di Warrant Hub che offre, tra gli altri, servizi in ambito di Intellectual Property Management, inclusa la valutazione e la valorizzazione degli asset.La consulenza ha riguardato tutte le fasi della procedura: dalla presentazione dell’istanza di ruling per l’accesso al regime Patent Box, al contradittorio con i funzionari dell’Ufficio Grandi Contribuenti dell’Agenzia delle Entrate in merito alle modalità di determinazione del reddito ascrivibile agli asset considerati, fino alla sottoscrizione dell’accordo di ruling. Le opzioni sono state esercitate entro il 31 dicembre 2016, termine ultimo di validità, ai sensi del Decreto Legge 24 aprile 2017, per quanto riguarda l’accesso dei marchi ai benefici del Patent Box. Lago, pertanto, potrà…

Toscana Aeroporti, utile dei nove mesi a € 13 mln (+24,5%)
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

Il Consiglio di Amministrazione di Toscana Aeroporti – società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa – riunitosi in data 14 novembre 2018, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2018. Il Consiglio di Amministrazione di *Toscana Aeroporti *- società quotata sul Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa – riunitosi in data 14 novembre 2018, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2018. “Risultati di traffico record nei primi 9 mesi dell’anno per il sistema aeroportuale toscano nonostante l’eIevato numero di cancellazioni e dirottamenti registrati presso l’aeroporto di Firenze, senza i quali il tasso di crescita dei passeggeri sarebbe cresciuto del 4,8% anziché del 3,3%. Per rispetto in primis verso i passeggeri che subiscono i disagi e per il prestigio che vantano Firenze e la Toscana nel mondo, auspichiamo che l’iter normativo in corso bossa concludersi positivamente al più presto al fine di poter dare il via ai non più procrastinabili lavori di potenziamento dell’aeroporto di Firenze”, ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai. Risultati consolidati dei primi nove…

Testimonianze di un bear market strisciante
Finanza/Economia / 16 novembre 2018

È un momento di grande rilevanza per i listini azionari mondiali. È un momento di grande rilevanza per i listini azionari mondiali. Il rimbalzo accennato sul finire di ottobre, ha scongiurato rotture decisive sugli indici più rappresentativi, ma ora sembra perdere impeto: siamo al limite fra una fisiologica condizione (già?!) di correzione del rimbalzo, e il superamento di soglie che ci separano dalla prospettiva altrimenti ineluttabile di eclissare i citati minimi; con il concreto rischio di sperimentare rotture definitive. A testimonianza di un bear market strisciante, a ieri tutti gli indici delle prime 20 borse al mondo, per capitalizzazione, lamentavano un passivo a doppia cifra rispetto ai rispettivi massimi, e per la metà risultano già in formale bear market. Come segnalato già da alcune settimane, la stragrande maggioranza dei 47 mercati inclusi nel MSCI ACWI naviga al di sotto della propria media mobile a 200 giorni. Se c’è una regola che l’esperienza storica insegna, è che non è saggio adottare un atteggiamento sfrontatamente bullish in simili circostanze. Ha fatto eccezione finora Wall Street, come detto. Ma gli scricchiolii sono sempre più rumorosi: ci siamo più volte occupati del FANG, un plotoncino che ad un certo punto spiegava da solo i…

Formazione, a Firenze per parlare del futuro della consulenza finanziaria: iscriviti
News / 16 novembre 2018

La consulenza finanziaria sta radicalmente cambiando pelle sotto la spinta della Mifid 2. Il consulente finanziario si trova nell’occhio del ciclone tra l’instabilità dei mercati, uno scenario globale che sta mutando vorticosamente e la necessità di generare valore per il cliente. Allo stesso tempo l’evoluzione tecnologica sta trasformando profondamente il nostro modo di vivere, di pensare e di lavorare. Le sfide e il futuro della consulenza finanziaria saranno l’oggetto della giornata di formazione organizzata da Wall Street Italia a Firenze, giovedì 22 novembre dalle 9:30. Sede dell’incontro, valido per l’accreditamento di 4 ore di formazione Efpa, è l’hotel First in via Dino Ciolli 5 a Calenzano (Firenze). Dopo la registrazione Il programma della mattinata prevede l’apertura dei lavori alle 10:00 con l’intervento di Leopoldo Gasbarro, giornalista economico, scrittore e collaboratore del Sole 24 Ore, che presenterà un focus sul futuro della consulenza finanziaria. Gasbarro presenterà anche il suo ultimo libro: “La resa dei conti. La rivoluzione che cambierà il mondo dei risparmi“. Una copia omaggio verrà regalata a ogni partecipante all’evento. A seguire, dalle 10:20 la conferenza “L’innovazione tecnologica: quale futuro ci attende”, tenuta da Massimo Canducci, chief innovation officer di Engineering e professore all’università di Torino. Successivamente sul palco salirà…

Trump organizzerà un evento pro-carbone a margine della Cop24
News / 16 novembre 2018

L’amministrazione Trump organizzerà un evento parallelo a favore dello sviluppo dei combustibili fossili, incluso il carbone, in occasione della prossima Conferenza internazionale sul clima. L’appuntamento, previsto per il mese prossimo a Katowice, Polonia, avviene proprio in un Paese storicamente legato ai combustibili fossili. Il proposito, infatti, sarebbe quello di superarli in virtù di altre forme di approvvigionamento energetico più rispettose dell’ambiente. Il carbone e gli altri combustibili fossili , secondo la maggioranza della comunità scientifica e il consenso delle grandi potenze mondiali avrebbero contribuito sensibilmente al cambiamento climatico. Ma questo non sembra fermare la presidenza Usa, che già nella conferenza di Bonn del 2017 aveva organizzato un’iniziativa parallela: l’oggetto erano state le tecnologie in grado di sfruttare in modo più efficiente da carbone e altri combustibili fossili. Ironico il commento del magnate Michael Bloomberg, che alcuni ritengono fra i probabili sfidanti di Trump alle prossime elezioni presidenziali: “Promuovere il carbone a un summit sul clima è come promuovere il tabacco in una conferenza sul cancro”. L’iniziativa statunitense, al di là delle battute, farebbe parte di una strategia articolata. Gli Usa restano l’unico importante Paese ad aver annunciato il ritiro dall’Accordo di Parigi sul clima, con tutti i target di riduzione delle emissioni serra che esso prescriveva. Nei piani dell’amministrazione, tuttavia,…

Brexit, è il caos: perdite si fanno pesanti per sterlina e banche
News / 16 novembre 2018

Dopo le dimissioni di quattro tra ministri e sottosegretario britannici, in opposizione al testo di un pre-accordo approvato dall’esecutivo di Theresa May, tra cui quello sulla Brexit e sull’Irlanda del Nord, il governo è sempre più in bilico. Stavolta rappresentati dei Tories fautori della Brexiteer sembrano intenzionati a fare cadere sul serio la testa della leader dei conservatori, che prima del referendum aveva dichiarato di non essere a favore di un’uscita dall’Unione Europea del Regno Unito, ma che si è ritrovata a dover gestire una situazione sempre più incandescente e confusa. In teoria l’UE dovrebbe approvare il pre-accordo in un summit del 25 novembre, mentre a dicembre dovrebbe tenersi il voto – che si preannuncia incerto – al parlamento britannico. Questo appuntamento chiave rischia di essere tuttavia posticipato nel caso in cui il governo dovesse collassare. I media inglesi, poi, ipotizzano anche che in caso estremo, visti i tanti punti controversi del testo specie sul fatto che il confine “duro” potrebbe spostarsi dalle due Irlande al tratto mare che divide Irlanda del Nord e Regno Unito, si potrebbe indire un referendum sull’accordo. La reazione dei mercati A lasciare sono stati il ministro per la Brexit e la sottosegretaria (Suella Braverman), la responsabile del Lavoro…

Bufera su Facebook: critici accostati a Soros per screditarli
News / 16 novembre 2018

Nel bel mezzo dello scandalo di Cambridge Analytica, mentre il ceo Mark Zuckerberg si scusava pubblicamente, Facebook contrattaccava i suoi critici sulla piattaforma. Per farlo, si legge in un’inchiesta del New York Times, la direttrice operativa, Sheryl Sandberg, avrebbe “supervisionato una campagna di lobbying aggressiva per combattere i critici di Facebook, spostare la rabbia pubblica verso le compagnie rivali e scongiurare una regolamentazione dannosa”. Ciò che, però, colpisce maggiormente di questa vicenda è che “Facebook ha impiegato una società di ricerca dell’opposizione repubblicana per screditare gli attivisti [contrari alla piattaforma social], in parte collegandoli al finanziere liberale George Soros”.   In seguito a questa rivelazione, Zuckerberg e Sandberg hanno dichiarato la propria estraneità in merito a queste decisioni. Ma la Open Society di Soros ha ufficialmente richiesto chiarimenti. Il portavoce di Soros, Michel Vachon ha invocato un’indagine indipendente sulle attività di Pr di Facebook: “La storia del Times solleva la questione se Facebook abbia usato metodi simili per contrastare altri critici o funzionari pubblici che hanno cercato di rendere Facebook responsabile delle sue condotte. L’affermazione di Zuckerberg e Sandberg di non essere a conoscenza di ciò che stava facendo la compagnia è più allarmante che rassicurante. Cos’altro può fare Facebook?…