Futuro incerto per Stm: domanda mondiale di chip in forte calo.
Finanza/Economia / 25 novembre 2018

Prosegue il momento di stallo delle quotazioni di Stm a ridosso comunque dei minimi di periodo ancora da consolidare, mentre fioccano dagli Usa rettifiche sulle vendite degli altri giganti del settore dei chip. Recentemente Equita Sim ha sottolineato le difficoltà di due grandi società statunitensi, come Applied Materials e Nvidia che hanno fornito indicazioni sulle vendite inferiori alle stime. Ciò nonostante la società d’intermediazione conferma su Stmicroelectronics la raccomandazione d’acquisto Buy e Target price a 20 euro. Purtroppo il quadro tecnico racconta una dinamica del prezzo totalmente divergente. Infatti il canale ribassista che tiene in scacco i prezzi da fine agosto scorso, in prossimità del cedimento dei 19 euro, non ha ancora terminato la sua forza distruttiva minacciando di spingere presto i prezzi sotto quota 12 euro. Inoltre la debole stabilizzazione delle quotazioni lungo il supporto di 12.10 euro, senza alcun tentativo di oltrepassare la resistenza più ravvicinata di 13.50 euro, fornisce indizi preoccupanti circa l’interesse del mercato ai prezzi attuali. L’analisi dell’indicatore di trend cci segnala la formazione di una divergenza rialzista, caratterizzata da un tratto della linea a pendenza crescente, ma con valori assoluti negativi. Ciò di traduce nella possibilità di vedere presto un forte ritorno della volatilità, con…

5 titoli che potrebbero essere il prossimo Amazon
News / 25 novembre 2018

Amazon è il futuro. Ma altri 5 nomi potrebbero replicare, anche solo in parte, quanto fatto dalla creatura di Jeff Bezos. Ecco chi sono. Amazon (NASDAQ: AMZN) è stato uno dei titoli più impressionanti degli ultimi 25 anni con un ritorno del 100.000% da quando è sbarcato a Wall Street con la sua IPO a 18 dollari per azione. Nata come libreria online, oggi è presente ovunque e ha fatto tremare tutti i settori, da quello farmaceutico a quello alimentare passando anche per i finanziari. Insomma, Amazon è il futuro. Ma secondo Vince Martin esistono altri 5 nomi che potrebbero replicare, anche solo in parte, quanto fatto dalla creatura di Jeff Bezos. Ecco chi sono. Square (NYSE: SQ) Già a gennaio, l’analista di Instinet Dan Dolev ha paragonato Square ad Amazon e Alphabet Inc (NASDAQ: GOOGL , NASDAQ: GOOG), citando la sua capacità di espandersi nel settore dei pagamenti e della gestione delle risorse umane. Proprio come Amazon ha usato i libri come una sorta di cavallo di Troia per espandersi nell’e-commerce, e poi dall’e-commerce in altre aree, Square può fare lo stesso partendo dai pagamenti per andare nel settore risorse umane delle piccole-medie imprese. JD.com (NASDAQ: JD) In Cina…

Perché adesso la Banca d’Italia lancia l’allarme sullo spread
News / 25 novembre 2018

“Il rialzo dei tassi di interesse sul debito pubblico registrato da maggio rischia di vanificare l’impulso espansivo atteso dalla politica di bilancio”. L’allarme è contenuto nella Rapporto sulla stabilità finanziaria della Banca d’Italia, secondo cui il governo, nel valutare una maggiore crescita tendenziale dello 0,6% nel 2019 grazie all’effetto positivo della legge di bilancio “presuppone” moltiplicatori “piuttosto elevati”. In ogni caso, scrivono i tecnici di via Nazionale, “l’effettivo impatto sulla crescita e quindi sul peso del debito dipenderà dalle misure specifiche e dal mantenimento della fiducia degli investitori”. Più interessi, più spread, più debito Bankitalia calcola che l’incremento dei tassi all’emissione dei titoli di Stato ha determinato negli ultimi sei mesi un’espansione della spesa per interessi di quasi 1,5 miliardi rispetto a quella che si sarebbe avuta con i tassi che i mercati si aspettavano in aprile; costerebbe oltre 5 miliardi nel 2019 e circa 9 nel 2020 se i tassi dovessero restare coerenti con le attuali aspettative dei mercati. Inoltre, sottolinea il rapporto, “un rialzo pronunciato e persistente dei rendimenti, a parità di tassi di crescita nominale dell’economia, aumenta il rischio che la dinamica del debito si collochi su una traiettoria crescente”. “L’incertezza sull’orientamento delle politiche economiche e di…