Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread. FTSE MIB -0,58%
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread. Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread. FTSE MIB -0,58%. Mercati azionari europei deboli. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 invariato, Nasdaq Composite +0,2%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,58%, il FTSE Italia All-Share a -0,61%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,79%, il FTSE Italia STAR a -0,46%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, l’Istat rende noto che nel mese di luglio in Italia l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, è in crescita dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,5% su base annua (era +1,3% a giugno), confermando la stima preliminare. I bancari restano sotto pressione a causa della crisi della Turchia: la lira turca nella notte ha toccato il minimo storico contro dollaro a 7,1326. Al momento USD/TRY viene scambiato a 6,95 circa. Da segnalare anche le tensioni sui titoli di stato italiani, con lo spread BTP-Bund a 279 bp, +13 rispetto alla chiusura di venerdì. L’indice FTSE Italia Banche segna -2,02%, l’EURO STOXX Banks -1,6%. Ancora vendite su…

Ferrari sale. Per BoA è da preferire se economia Ue frena
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Il titolo ha scansato le vendite grazie alle indicazioni della banca Usa che lo ha indicato tra quelli da scegliere in caso di rallentamento della congiuntura. Tra i titoli che oggi sono riusciti a muoversi in controtendenza troviamo Ferrari che ha strappato un segno più dopo due sessioni consecutive in calo. Il titolo si è fermato a 106,1 euro, con un vantaggio dello 0,52% e quasi 400mila azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a oltre 600mila pezzi. Ferrari ha trovato sostegno in un report di Bank of America-Merrill Lynch, nel quale gli analisti hanno evidenziato che per la parte restante dell’anno è preferibile avere un approccio difensivo. Il titolo indicato viene indicato come top stock, ossia come azione da scegliere per fronteggiare una frenata dell’economia europea. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Fca in rosso: rifiutata proposta di rilancio di Lancia
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Gli analisti di Equita SIM ritengono che l’iniziativa non avrebbe comunque avuto un impatto significativo sui numeri del gruppo. Ancora un segno meno per Fca che oggi ha perso terreno per la terza seduta consecutiva. Il titolo, dopo aver ceduto quasi due punti percentuali venerdì scorso, si è fermato oggi a 14,068 euro, con un calo dello 0,96% e oltre 5,7 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 11 milioni di pezzi. Fca oggi è finito sotto la lente di Equita SIM che ha ripreso una notizia riportate da Il Giornale, secondo cui a fine 2017 Gianfranco Pizzuto, uno dei fondatori della società di auto sportive ibride Fisker Atomotive, oggi Karma, avrebbe proposto a FCA il rilancio di Lancia, trasformandola in un marchio di auto sportive con motore elettrico, partendo dalla riedizione della Fulvia. Il deal avrebbe previsto una newco in cui avrebbero investito fondi d’investimento tedeschi e olandesi, con un capitale iniziale di 50 milioni di euro, e che avrebbe preso la licenza di utilizzo del marchio. Fca da parte sua avrebbe ricevuto una fee e usufruito dei crediti sulle emissioni.La proposta però sarebbe stata rifiutata dal gruppo che avrebbe ritenuto …

Brasile: autorità pronte a intervenire su real
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Le autorità brasiliane potrebbero intervenire in tempi rapidi sul mercato valutario e su quello dei titoli di stato se dovesse proseguire o intensificarsi l’instabilità dei mercati dei paesi emergenti particolarmente esposti alla crisi turcaLo riferisce Reuters, citando una fonte vicina al ministero delle Finanze. Le autorità brasiliane potrebbero intervenire in tempi rapidi sul mercato valutario e su quello dei titoli di stato se dovesse proseguire o intensificarsi l’instabilità dei mercati dei paesi emergenti particolarmente esposti alla crisi turcaLo riferisce Reuters, citando una fonte vicina al ministero delle Finanze. (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Marginale calo in avvio di ottava per il Dax
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Marginale calo in avvio di ottava per il Dax. Marginale calo in avvio di ottava per il Dax. Il Dax scende fino a quota 12323 per poi stabilizzarsi in area 12380, al di sotto della chiusura di venerdi’ a 12424 punti che a sua volta aveva fatto segnare un calo dell’1,99% dalla precedente. Il quadro grafico resta condizionato dal completamento della figura ribassista disegnata dal top del 18 luglio, una figura a testa spalle formata da tre massimi di cui il primo e il terzo (le spalle) sono su livelli simili, entrambi piu’ bassi di quello centrale (la testa, picco del 27 luglio). Le implicazioni negative derivanti dalla presenza del testa spalle hanno trovato conferma venerdi’ con la violazione della sua base, la “neckline”, linea congiungente in questo caso i minimi del 20 luglio e del 2 agosto, passante come resistenza attualmente a 12510 punti circa. Il completamento della figura potrebbe comportare l’avvio di cali verso i 12050 punti, target ottenuto proiettando l’ampiezza del testa spalle dal basso dal punto di rottura. Supporto intermedio a 12325, base del gap rialzista del 5 luglio. Recuperi al di sopra di 12510 e la rottura di 12650, lato alto del gap ribassista apertosi…

Azimut (+2.5%): La rabbia dei vertici mette il turbo al titolo
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Azimut sforna numeri di raccolta impressionanti tanto da far spazientire il fondatore e presidente Pietro Giuliani che lamenta valori di borsa non rispondenti a quelli della società, rimarcando l’unicità del model business di Azimut rispetto ai competitor. Numeri di tutto rispetto quelli sfornati dal management di Azimut con il totale delle masse comprensive del risparmio gestito e amministrato che si attesta a fine luglio a 52,7 miliardi e una raccolta nel solo mese di luglio positiva per 775 milioni di euro, in parte grazie all’ulteriore contributo delle attività estere del Gruppo. Nonostante questi numeri Azimut segue da qualche mese la tendenza ribassista subita dall indice di appartenenza Ftse Mib, perdendo valore rispetto ai massimi di inizio anno a ridosso dei 18 euro e lasciando al futuro le prospettive di salita oltre i 21 euro secondo i target di quel periodo. Dunque come ha correttamente rimarcato il fondatore e presidente Pietro Giuliani, tenuto anche conto dell’importo eccezionale del dividendo distribuito a maggio, oltre il 12%, il calo del titolo al netto non è comunque giustificabile e non rispecchia il fair value della società stimato intorno i 50€. Invece dal punto di vista dell’analisi grafica i prezzi esprimono dalla fine di giugno…

Fiera di Milano (+3%): Continua la corsa strabiliante
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Fiera di Milano colleziona un nuovo massimo registrando una salita impressionante rispetto ai minimi di novembre 2017, grazie ai continui miglioramenti del business, che riportano gli utili in grande crescita e in equilibrio la posizione finanziaria netta. Fiera di Milano non accenna a rallentare la sua corsa aggiornando i massimi oltre quota 5.50€, nonostante non convinca gli analisti che mantengono fermi target price a 4.70€ e la raccomandazione d’acquisto a hold dopo i conti semestrali. La società ha chiuso il primo semestre con utili netti in crescita a 32 milioni di euro circa che supera abbondantemente il risultato positivo di 5,6 milioni conseguito nei primi sei mesi del 2017. I ricavi sono aumentati del 18% a 157,7 milioni di euro,  mentre la posizione finanziaria netta balza a +26 miloni contro il dato leggermente negativo dello scorso semestre. I risultati dei primi mesi dell’anno spingono il management a rivedere la guidance al rialzo per l’intero esercizio 2018, portando il margine lordo oltre i 25 milioni di euro rispetto ai 17 milioni ipotizzati. Dal punto di vista dell’analisi grafica i prezzi rispecchiano la forte accelerazione degli utili societari che ha riportato forte interesse sul titolo come dimostrano gli aumenti costanti dei volumi…

Analisi tecnica dei mercati: dollaro, euro, oro
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Mentre il dollaro è destinato a scendere, l’euro seguirà il percorso inverso iniziando un rally che porterà l’indice della moneta europea in area 122.00 (come indicato nelle precedenti analisi). Nuovo appuntamento con l’analisi tecnica dei mercati canonici. Ovviamente stiamo parlando di idee personali ed analisi secondo il mio giudizio, di conseguenza non rappresentano affatto un invito automatico all’azione. Cerco di norma di fornire un background quanto più completo possibile per permettere anche ad altri di trovare la propria strada laddove c’è nebbia. Iniziamo con il grafico a 1 giorno del dollaro. Possiamo notare dal primo grafico qui sopra che il dollar index ha chiuso al massimo da un anno a questa parte (13 luglio 2017), mentre il secondo grafico ci dice che non è riuscito a rompere la resistenza a 95.50. A quanto possiamo vedere l’andamento del prezzo si sta compressando sempre di più in questa sorta di rising wedge. Il target che era stato indicato nelle precedenti analisi è ancora valido, dato che in area 96.00-97.00 si trova il livello 50% di Fibonacci. Non solo, ma l’attuale ascesa inizia a mostrare segno di stanchezza, data la divergenza nella RSI. Suddetto livello di Fibonacci coincide anche con una linea di…

DOMINION HOSTING – La controllata Tophost aumenta i ricavi
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Dominion Hosting Holding, gruppo che ha l’obiettivo di creare la piattaforma internet dei mercati emergenti europei sotto i riflettori. La controllata Tophost ha comunicato ieri sera i dati del trimestre: i ricavi sono saliti del 15% anno su anno a 348.000 euro. Nel corso della prima parte dell’anno, la società ha introdotto un nuovo sistema di gestione e servizi… The post DOMINION HOSTING – La controllata Tophost aumenta i ricavi appeared first on Websim Action. Dominion Hosting Holding, gruppo che ha l’obiettivo di creare la piattaforma internet dei mercati emergenti europei sotto i riflettori.La controllata Tophost ha comunicato ieri sera i dati del trimestre: i ricavi sono saliti del 15% anno su anno a 348.000 euro.Nel corso della prima parte dell’anno, la società ha introdotto un nuovo sistema di gestione e servizi aggiuntivi nell’ambito social media.www.websimaction.it www.websim.it The post DOMINION HOSTING – La controllata Tophost aumenta i ricavi appeared first on Websim Action. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

AEDES – Nuova scissione per valorizzare il business
Finanza/Economia / 14 agosto 2018

Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, potrebbe muoversi in Borsa. La società ha avviato la separazione delle attività Siiq da quelle immobiliari di trading. Al termine del progetto saranno operative due società, entrambe quotate sul Mta. Lo scorporo sarà realizzato attraverso una scissione parziale di Aedes, che avrà per oggetto i principali elementi patrimoniali… The post AEDES – Nuova scissione per valorizzare il business appeared first on Websim Action. Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, potrebbe muoversi in Borsa.La società ha avviato la separazione delle attività Siiq da quelle immobiliari di trading. Al termine del progetto saranno operative due società, entrambe quotate sul Mta.Lo scorporo sarà realizzato attraverso una scissione parziale di Aedes, che avrà per oggetto i principali elementi patrimoniali attivi e passivi della società, a favore di una Siiq beneficiaria dalla stessa interamente posseduta.La società beneficiaria assumerà la denominazione di Aedes Siiq e avrà per oggetto la gestione e lo sviluppo di immobili a reddito. La quotazione di Aedes Siiq sull’Mta è prevista entro la fine dell’anno.La società scissa si chiamerà Restart e si occuperà di acquisire asset immobiliari con il fine di valorizzarli e rivenderli.A seguito della scissione, agli azionisti dell’attuale Aedes Siiq saranno assegnate,…