Per fortuna la volatilità rimane tiepida
Finanza/Economia / 21 aprile 2018

Il superamento della resistenza fra 23400 e 23500 punti, mette l’indice MIB nella condizione ideale per migliorare il massimo di gennaio. Il superamento della resistenza fra 23400 e 23500 punti, mette l’indice MIB nella condizione ideale per migliorare – o quantomeno testare – il massimo di gennaio. Dubitiamo però che nell’immediato si possa aspirare ad obiettivi ben più ambiziosi. Piazza Affari è interessata da setup tecnici che nel breve periodo ne contengono lo slancio: da qualche giorno si registra un setup di esaurimento del rialzo da analisi della regressione lineare; come visto nel rapporto di ieri, il TRIN segnala la maturità di questa gamba di rialzo; ed infine, sebbene l’Up Volume resti decisamente prevalente – il 70% degli scambi complessivi, mediamente nelle ultime due settimane – alla lunga ciò genera una condizione di saturazione che limita il potenziale rialzista. Ciò fa sospettare che un nuovo massimo annuale, a Piazza Affari, resterà circoscritto all’interno della resistenza primaria che ha contenuto il mercato a gennaio. Perlomeno la borsa italiana tenta ambiziosamente di migliorare i massimi. In condizione meno lusinghiera si trovano le altre piazze europee. DAX ed Eurostoxx non riescono a sfondare l’orbita della media mobile a 200 giorni, rimanendo in una…

Generali sale dopo cessione attività belghe. La view di Equita
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

Gli analisti parlano di un’operazione positiva che libera capitale per la crescita e conferma il focus sulle attività strategiche del gruppo. Incurante dell’andamento incerto e altalenante dell’indice Ftse Mib, Generali si appresta a chiudere anche la sessione odierna in positivo. Dopo aver registrato un rialzo di quasi un punto percentuale ieri, il titolo negli ultimi minuti passa di mano a 16,515 euro, con un vantaggio dello 0,73% e circa 5 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 6 milioni di pezzi. Generali guadagna terreno dopo che ieri la società ha annunciato la cessione ad Athora Holding dell’intera partecipazione detenuta nel capitale della controllata Generali Belgium, società assicurativa attiva principalmente nel segmento Vita. Le attività in Belgio sono valorizzate 540 milioni di euro, a fronte di un contributo alla bottom line che nel 2017 è stato pari a 22 milioni di euro.L’operazione, la cui conclusione è attesa nella seconda metà dell’anno, porterà alla registrazione di una plusvalenza di 150 milioni di euro ed avrà un effetto positivo sul Solvency II di circa 2,6 punti.Gli analisti di Equita SIM segnalano che il valore complessivo delle cessioni concluse e annunciate supera quota 1,1 miliardi di…

Criptovalute in ulteriore ripresa
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

Criptovalute in ulteriore ripresa. Criptovalute in ulteriore ripresa. Sul Bitfinex Bitcoin si attesta a 8,212 dollari (+2,4%). Ethereum a 545,37 dollari (+6,2%). Ripple a 0,726 dollari (+7,77%) mentre IOTA è stabile a 1,705 dollari (+6,3%). (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

GIMA TT in forte calo su crollo Philip Morris
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

GIMA TT (-7%) rientra in contrattazione dopo un passaggio in asta di volatilità. GIMA TT (-7%) rientra in contrattazione dopo un passaggio in asta di volatilità. Il titolo ha improvvisamente accelerato al ribasso poco dopo le 16 in scia al crollo di Philip Morris (-16,3% al NYSE), che ha comunicato dati trimestrali peggiori delle attese. GIMA TT è controllata da IMA (-3,9%), di cui era una divisione prima dello spin off del 2013, ed è specializzata nella realizzazione di linee di confezionamento per il settore del tabacco. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

A Snam la greca Desfa in consorzio con Enagàs e Fluxys
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

Il consorzio europeo composto da Snam, principale azionista con una quota del 60%, insieme a Enagà s (20%) e Fluxys (20%), conferma di essere stato individuato dall’Agenzia greca per le privatizzazioni (TAIPED) come aggiudicatario della gara per l’acquisto del 66% di DESFA, l’operatore nazionale nel settore delle infrastrutture del gas naturale. Il consorzio europeo composto da Snam, principale azionista con una quota del 60%, insieme a Enagà s *(20%) e *Fluxys *(20%), conferma di essere stato individuato dall’Agenzia greca per le privatizzazioni (TAIPED*) come aggiudicatario della gara per l’acquisto del 66% di DESFA, l’operatore nazionale nel settore delle infrastrutture del gas naturale. DESFA *gestisce, in regime regolato, una rete di trasporto ad alta pressione di circa 1.500 km, nonché un terminale di rigassificazione a Revithoussa. Snam, Enagà s e Fluxys, azioniste del progetto TAP, potranno nei prossimi anni dare slancio alla crescita del sistema greco delle infrastrutture del gas naturale, cogliendo pienamente il potenziale del Paese come hub, facendo leva sullo sviluppo del mercato domestico e sulle nuove iniziative di transito. Il consorzio, inoltre, potrà trasferire a DESFA capacità tecnico-operative e sviluppare nuovi utilizzi e fonti del gas naturale (come metano per i trasporti e biometano) per dare un contributo…

Unipolsai invia segnali di forza
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

Unipolsai ha superato a 2,09 la trend line ribassista cheparte dal top di maggio 2017, inviando un segnale in favore del proseguimentodel rialzo attivo dal 28 marzo. Unipolsai ha superato a 2,09 la trend line ribassista cheparte dal top di maggio 2017, inviando un segnale in favore del proseguimentodel rialzo attivo dal 28 marzo. Oltre 2,126, top del 29 gennaio, nuovi indizipositivi, target in quel caso a 2,20 e a 2,25, top dell’11 maggio 2017.Flessioni fino a 2,04 non pregiudicherebbero il trend al rialzo. Sotto queilivelli rischio invece di cali a 2,00 e 1,96, base del gap del 5 aprile. (AM – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Enel: posizioni lunghe sopra 4,96
Finanza/Economia / 20 aprile 2018

Il 81% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 81% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 82% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 20 periodi contro il 70% di lunedí (al di sotto della media mobile a 20 period). Il 53% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 200 periodi contro il 48% di lunedí (al di sotto della media mobile a 20 period). ENEL La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 4,96 con target a 5,24 e 5,38 in estensione. Scenario alternativo Sotto 4,96 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,86 e 4,73 di target. Commento tecnico L’RSI è rialzista e richiede un’ulteriore salita. FTSE MIB La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 23270,00 con target a 23830,00 e 24050,00 in estensione. Scenario alternativo Sotto 23270,00 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 22940,00 e 22773,00 di target. Commento tecnico L’RSI è rialzista e richiede un’ulteriore salita. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Prysmian in rialzo: la preview degli analisti sulla trimestrale
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Il titolo ha guadagnato mezzo punto nel giorno in cui è arrivata una conferma positiva da Kepler Cheuvreux. Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per Prysmian che, dopo aver guadagnato lo 0,2% ieri, è riuscito a fare un po’ meglio oggi. Il titolo ha terminato le contrattazioni a 24,88 euro, con un vantaggio dello 0,52% e circa 500mila azioni trattate, ben al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 900mila pezzi. Prysmian oggi è finito sotto la lente di Kepler Cheuvreux, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo a 31,5 euro, in vista dei conti del primo trimestre che saranno diffusi il prossimo 10 maggio. Il broker prevede una crescita organica del 4,1% al netto dei cambi rispetto agli ultimi tre mesi del 2017, mentre l’Ebitda adjusted è atteso in salita del 2% a 158 milioni di euro. Gli analisti segnalano che il focus del mercato sarà sulla guidance per l’intero esercizio in corso. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%. *Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%. Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde:* a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, Nasdaq Composite +0,4%, Dow Jones Industrial +0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,47%, il FTSE Italia All-Share a +0,55%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,49%, il FTSE Italia STAR +0,07%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l’EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 13 aprile le scorte di petrolio negli USA sono diminuite di 1,071 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un decremento pari a 0,500 milioni di barili. Eurostat ha comunicato che nel mese di marzo il dato relativo all’indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto dell’1,3% su base annuale inferiore alle attese e al dato di febbraio entrambi pari al +1,4%. In crescita dell’1% l’inflazione mensile dopo l’incremento dello 0,2% della lettura precedente. L’indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) cresce dell’1% rispetto a marzo 2017 (consensus +1%). Nel Regno Unito l’Ufficio Nazionale di Statistica…

DeA Capital RE SGR: Fondo Atlantic 1 completa vendita da € 46 mln
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Facendo seguito a quanto già comunicato in data 26 marzo2018, si comunica che Fondo Atlantic 1, fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso, gestito da DeA Capital Real Estate SGR S. Facendo seguito a quanto già comunicato in data 26 marzo2018, si comunica che Fondo Atlantic 1, fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso, gestito da DeA Capital Real Estate SGR S.p.A. e quotato sul segmento MIV di Borsa Italiana, ha perfezionato in data odierna la cessione di un immobile sito in San Donato Milanese (MI) –Via Fabiani 1. Il prezzo divendita è stato di € 46.000.000, oltre imposte di legge. Il prezzo risulta essere inferiore del 9% rispetto al valore stimato dall’Esperto Indipendente del Fondo in data 31 dicembre 2017, pari a € 50.500.000. L’acquirente non ha alcun rapporto di correlazione con DeA Capital Real Estate SGR S.p.A.. Tutta la documentazione relativa alla compravendita sarà a disposizione presso la sede di DeA Capital Real Estate SGR, sul sito internet, sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1info.it. Comunicato svolto ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (UE) n. 596/2014. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml