Usa: Lacker lascia la Fed dopo aver violato policy
Finanza/Economia / 5 aprile 2017

Jeffrey Lacker, presidente della Federal Reserve di Richmond, si è dimesso per aver violato la policy di comunicazione. Jeffrey Lacker, presidente della Federal Reserve di Richmond, si è dimesso per aver violato la policy di comunicazione. Lacker nel 2012 aveva avuto contatti con un analista. (RV ) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Wall Street chiude in leggero rialzo
Finanza/Economia / 5 aprile 2017

Gli indiciLa Borsa di New York ha chiuso la seduta in leggero rialzo. Gli indiciLa Borsa di New York ha chiuso la seduta in leggero rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,19%, l’S&P 500 lo 0,06% e il Nasdaq Composite lo 0,07%. I dati macro del giornoNel mese di febbraio la bilancia commerciale ha segnato un deficit pari a 43,6 miliardi di dollari, in calo rispetto al disavanzo di 48,2 mld del mese precedente. Gli analisti avevano previsto un deficit di 44,8 mld.Gli ordini industriali sono aumentati a febbraio dell’1% dopo l’incremento dell’1,5% registrato a gennaio. Gli economisti avevano stimato una crescita dell’1% su base mensile. *I titoli in evidenza *Nvidia -7,01%. Pacific Crest ha peggiorato la raccomandazione sul titolo del produttore di processori grafici a underweight da sector weight.Conn’s +28,99%. Il rivenditore di mobili ha comunicato un risultato netto rettificato positivo per 0,05 dollari per azione nel quarto trimestre. Gli analisti avevano previsto una perdita di 12 centesimi per azione. Meglio del previsto anche i ricavi a 433 milioni di dollari contro i 431 milioni del consensus. Movado +0,94%. Il produttore di orologi ha confermato l’outlook per l’esercizio fiscale 2018 ed ha annunciato che il presidente Ricardo Quintero…

Iliad: Niel cede l'1,72% per 210,5 milioni di euro
Finanza/Economia / 5 aprile 2017

Xavier Niel ha concluso la cessione, attraverso un collocamento privato, di 1. Xavier Niel ha concluso la cessione, attraverso un collocamento privato, di 1.015.400 azioni Iliad, pari all’1,72% del capitale, a 207,32 euro per azione, pari ad un controvalore di 210,5 milioni di euro. Dopo l’operazione Niel detiene il 52,43% del capitale dell’operatore telecom francese. (RV ) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

FIB/Ftse MIB: nuovo segnale il 5 o 6 aprile
Finanza/Economia / 5 aprile 2017

Ieri nel pomeriggio è poi iniziata la correzione che ha portato sotto 19950 alla definitiva chiusura del ciclo. FIB/Ftse MIB: si è chiuso ieri il ciclo dell’ultimo segnale long che tramite il nostro Indicatore ShoTrading (impulsi di brevissimo + cicli di breve) avevamo dato lo scorso 28 marzo. Il segnale ha raggiunto comodamente tra il finale di venerdì 31 e gran parte della seduta di ieri, 3 aprile, l’area del nostro target d’impulso di brevissimo (sempre 200-300 punti; in questo caso era piazzata a 20035-20135 di FIB). Ieri nel pomeriggio è poi iniziata la correzione che ha portato sotto 19950 alla definitiva chiusura del ciclo. Ora prestiamo attenzione in quanto il nostro indicatore sta già entrando in nuova fase di completamento del conteggio ciclico, di conseguenza potremmo avere un nuovo segnale tra il pomeriggio di domani (5 aprile) e quello di giovedì 6. Al momento possiamo ipotizzare che in caso di tenuta sopra i livelli attuali e piccolo rimbalzo di ritorno verso area 19900, con fallimento nuovo break sopra 20.000, allora potremmo avere un segnale short. Ma valuteremo da domani la situazione in base al nostro indicatore perchè le cose possono cambiare improvvisamente. Come sempre non bisogna voler prevedere la…

Italia: immatricolazioni auto +18,16% a marzo
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

La Motorizzazione ha immatricolato – nel mese di marzo 2017 – 226. La Motorizzazione ha immatricolato – nel mese di marzo 2017 – 226.163 autovetture, con una variazione di +18,16% rispetto a marzo 2016, durante il quale ne furono immatricolate 191.411 (nel mese di febbraio 2017 sono state invece immatricolate 184.278 autovetture, con una variazione di +6,46% rispetto a febbraio 2016, durante il quale ne furono immatricolate 173.100). Nello stesso periodo di marzo 2017 sono stati registrati 460.814 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +4,76% rispetto a marzo 2016, durante il quale ne furono registrati 439.861 (nel mese di febbraio 2017 sono stati invece registrati 409.159 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -4,59% rispetto a febbraio 2016, durante il quale ne furono registrati 428.860). Nel mese di marzo 2017 il volume globale delle vendite (686.977 autovetture) ha dunque interessato per il 32,92% auto nuove e per il 67,08% auto usate. Le immatricolazioni rappresentano le risultanze dell’Archivio Nazionale dei Veicoli al 31.03.2017, mentre i dati relativi ai trasferimenti di proprietà si riferiscono alle certificazioni di avvenuto trasferimento di proprietà rilasciate dagli Uffici Provinciali della Motorizzazione nel mese di marzo 2017 e rappresentano le…

GALA, da domani vietati ordini senza limite di prezzo
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Borsa Italiana comunica che da domani 4 aprile 2017 e fino a successiva comunicazione sulle azioni ordinarie GALA (GALA – Isin IT0004999451) non sarà consentita l’immissione di ordini senza limite di prezzo. Borsa Italiana comunica che da domani 4 aprile 2017 e fino a successiva comunicazione sulle azioni ordinarie GALA (GALA – Isin IT0004999451) non sarà consentita l’immissione di ordini senza limite di prezzo. Le azioni GALA verranno pertanto negoziate nel settore AI1X del segmento MA1 della piattaforma Millennium. (GD – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Luxottica in rosso. Equita riduce peso in portafoglio
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Il titolo ha terminato gli scambi sui minimi intraday, anche se la SIM milanese ha mantenuto una view bullish malgrado il minor peso assegnato al titolo. Avvio di settimana in calo per Luxottica che, dopo aver chiuso la sessione di venerdì scorso fermandosi sulla parità, quest’oggi ha ceduto il passo alle vendite. Il titolo ha terminato gli scambi sui minimi intraday a 51 euro, con un ribasso dell’1,45% e quasi 300mila azioni passate di mano a fine sessione, ben al di sotto della media giornaliera pari a circa 800mila pezzi. Luxottica è stato penalizzato dalla negativa intonazione del mercato e proprio quest’oggi gli analisti di Equita SIM hanno deciso di ridurre il peso del titolo nel loro portafoglio principale a Piazza Affari. Una decisione presa alla luce di una certa prudenza sulle prospettive di breve dei consumi in Nord America e del confronto più difficile per il gruppo nella prima parte dell’anno. La view su Luxottica resta in ogni caso positiva, visto che la SIM milanese mantiene invariata la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo a 57 euro.  fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,80%
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Euro Stoxx 50 -0,80%;Francoforte (DAX) -0,45%;Parigi (CAC 40) -0,71%;Londra (FTSE 100) -0,55%. Euro Stoxx 50 -0,80%;Francoforte (DAX) -0,45%;Parigi (CAC 40) -0,71%;Londra (FTSE 100) -0,55%. (SF – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Starbucks, Johnson CEO da oggi
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Sottotono anche Starbucks a New York: l’azione cede lo 0,63% e si riporta a 58,02 dollari per una capitalizzazione complessiva di 85,09 miliardi. Sottotono anche Starbucks a New York: l’azione cede lo 0,63% e si riporta a 58,02 dollari per una capitalizzazione complessiva di 85,09 miliardi. Da oggi è diventata efficace l’assunzione anche dell’incarico di amministratore delegato (chief executive officer) da parte di Kevin Johnson, già presidente (president) e COO. Il CEO uscente e manager storico di Starbucks Howard Shultz manterrà l’incarico di chairman dell’azienda. (GD – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Gli istituzionali italiani continuano a coprire il portafoglio
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

In termini di performance spicca l’Equity (+7%), che ha nettamente battuto il mercato obbligazionario (+2% nel primo quarto di quest’anno). Gli investitori sono contagiati da una sindrome da iperattività; esemplare la settimana passata, che secondo BoA Merrill Lynch ha visto flussi in entrata sia verso i fondi obbligazionari (9.6 miliardi di dollari) che verso i fondi azionari (6.5 miliardi). Così, giusto per non sbagliare. Ma sono stati i mercati azionari a brillare fino ad ora, con quasi cinque trilioni di dollari di capitalizzazione guadagnati nel primo trimestre – come a dire, l’intero PIL del Giappone – a fronte di 1500 miliardi di dollari di maggior valore generato sui mercati obbligazionari globali. In termini di performance spicca l’Equity (+7%), che ha nettamente battuto il mercato obbligazionario (+2% nel primo quarto di quest’anno). Il dollaro è sceso del 2% nel primo trimestre ma, a dispetto di correlazioni non più così confortanti per gli investitori, ad avvantaggiarsene non sono state le materie prime, scese del 5% nei primi tre mesi dell’anno. Anche Piazza Affari, per una volta, ha brillato nel trimestre appena concluso; merito soprattutto della straordinaria performance nel mese di marzo: il migliore (+8.75%) degli ultimi 19 anni. Da quando esiste il…