La stampa oggi si è focalizzata sul CEO che potrà guidare Atlantia in vista del rinnovo delle cariche. Equita conferma cautela sul titolo. Dopo il timido recupero di venerdì, quando la giornata si è conclusa con un rialzo inferiore al mezzo punto percentuale, Atlantia oggi è tonato a perdere terreno, mostrando più debolezza del mercato. Il titolo si è fermato a 18,01 euro, con una flessione dell’1,29% e bassi volumi di scambio, visto che...

Il titolo è salito in controtendenza alla vigilia del business plan, di cui Milano Finanza ha riportato i possibili contenuti. La view degli analisti. Tra le blue chips che oggi sono riuscite a muoversi in controtendenza rispetto al mercato troviamo Enel che, dopo aver guadagnato poco più di un punto percentuale venerdì scorso, ha proposto un copione simile oggi. Il titolo si è fermato a 4,562 euro, con un progresso dell’1,38% e circa 30...

I prezzi hanno raggiunto il primo target a 11245/250. Abbassiamo la resistenza principale a 11316 e confermiamo il target principale a 11180/185. I prezzi hanno raggiunto il primo target a 11245/250. Abbassiamo la resistenza principale a 11316 e confermiamo il target principale a 11180/185. Conserviamo l’impostazione short con stop sopra 11316 in chiusura su grafico a 30 minuti. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Abbassiamo le resistenze a 11325/330 e 11360/365. Confermiamo a 11245/250 e 11180/185 gli obiettivi ribassisti attivi. Abbassiamo le resistenze a 11325/330 e 11360/365. Confermiamo a 11245/250 e 11180/185 gli obiettivi ribassisti attivi. Per chi non è già esposto: accumuliamo short in caso di recuperi a 11320. Stop in chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 11365. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Piazza Affari è da tempo in bear market. È da maggio che proponiamo inquietanti segnali di esaurimento e poi di formale inversione di tendenza. Il Sell Sequential setup sull’indice MIB, scattato con la solita precisione lo scorso 8 novembre, ha stoppato un tentativo di reazione scaturito dalla sollecitazione del delicato supporto a 18400 punti. La discesa è apparsa frenata, sempre in apparenza sul punto di ribaltarsi; ma, ad onor del ver...

Confermiamo a 11245/250 e 11180/185 gli obiettivi ribassisti attivi. Le resistenze sono confermate a 11395 e 11450/455. Confermiamo a 11245/250 e 11180/185 gli obiettivi ribassisti attivi. Le resistenze sono confermate a 11395 e 11450/455. Per chi non è già esposto: accumuliamo short da prezzi non inferiori a 11350 ed in caso di nuovi rialzi fino a 11395. Stop sopra 11455 senza attendere alcuna conferma.  fonte: http://www.trend-online.com/al/...

Le oscillazioni viste negli ultimi mesi per i grafici del Ftse Mib e del Btp, del Dax, del Nasdaq e del settoriale Eurostoxx Oil & Gas hanno portato tutti questi strumenti vicino, ma per ora non oltre, il limite che divide uno scenario di storno correttivo da uno di vera e propria inversione ribassista. Le oscillazioni viste negli ultimi mesi per i grafici del Ftse Mib e del Btp, del Dax, del Nasdaq e del settoriale Eurostoxx Oil & G...

Autostrade per l’Italia rimane esclusa dalle attività di costruzione, ma potrà partecipare a quelle propedeutiche, non definite dal Decreto. La settimana viene archiviata con una seduta in lieve rialzo per Atlantia che dopo aver ceduto un punto e mezzo percentuale ieri, ha dato vita ad un timido recupero oggi. Il titolo ha terminato gli scambi a 18,25 euro, con un progresso dello 0,36% e circa 1,1 milioni di azioni trattate, contro la ...

Il titolo ha perso terreno per la terza seduta consecutiva, condizionato dalle indicazioni arrivate ieri in serata da Nvidia e Applied Materials. Non si ferma la discesa di StM che dopo aver ceduto oltre mezzo punto percentuale, ha perso terreno anche oggi, scendendo per la terza seduta consecutiva. Il titolo ha terminato le contrattazioni a 12,16 euro, con un calo dell’1,54 e oltre 4,7 milioni di azioni scambiate, appena sotto la media ...

Piazza Affari sotto la parità con i bancari, volatili i BTP. Piazza Affari sotto la parità con i bancari, volatili i BTP. FTSE MIB -0,14%. *Mercati azionari europei in lieve ribasso. Wall Street incerta: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 invariato, Nasdaq Composite -0,5%, Dow Jones Industrial +0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,14%, il FTSE Italia All-Share a -0,15%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,05%, il FTSE I...

Dall’Ue ultimatum all’Italia: “Manovra bis o infrazione”
News / 17 gennaio 2017

ROMA (WSI) – 3,4 miliardi di euro, vale a dire una manovra bis che vale lo 0,2% del PIL. Questa la richiesta che Bruxelles fa all’Italia per aggiustare i conti pubblici. Una richiesta che era arrivata già a giugno dello scorso anno e che ora non si può ancora rinviare, altrimenti, l’ultimatum è chiaro, la Commissione aprirà una procedura di infrazione a carico del nostro Paese per deficit eccessivo visto il mancato rispetto delle reg...

Fmi taglia Pil Italia, “promuove” Cina, Usa ed Eurozona
News / 17 gennaio 2017

Riviste al rialzo le stime di Cina, Regno Unito, Stati Uniti ed Eurozona, tagliate quelle dell’Italia, Messico e Arabia Saudita: sono questi i punti fondamentali dell’ultimo report dell’Fmi sull’outlook economico dei principali paesi mondiali. Sono state ridotte dello 0,2% e 0,3%, allo 0,7% e allo 0,8%, le previsioni di crescita per l’Italia quest’anno e per il 2018. Il Fmi ha inoltre confermato le sue previsioni di crescita dell’eco...

Mercati, questo asset venduto in modo eccessivo. “È da riscoprire”
News / 17 gennaio 2017

La scorsa settimana il Dow Jones ha chiuso in rialzo dell’8% dalle elezioni presidenziali di novembre, nello stesso periodo l’oro ha ceduto oltre il 6% del suo valore. E’ il segno che la fase positiva del metallo giallo può dirsi conclusa, complice l’effetto Trump sui mercati? E’ presto per dirlo, afferma a Cnbc Todd Colvin, senior vice president di Ambrosino Brothers. In merito al lingotto Colvin ritiene che l’asset sia stato “vendu...

Wef: reddito di cittadinanza costa meno di quel che sembra
News / 17 gennaio 2017

“Perché tutti dovrebbero avere un reddito minimo”, il titolo di questo articolo che ricorda da vicino le battaglie del Movimento 5 stelle a casa nostra è ospitato, in realtà dal World Economic Forum, il cui meeting annuale è ai nastri di partenza. Quest’argomento, com’è noto incontra molto spesso resistenze sia nel mondo politico che accademico. L’autore del post, Scott Santens è fondatore dell’Economic Security Project. Come cambier...

Monti si difende da Renzi su MPS e banche italiane
News / 17 gennaio 2017

L’intervista che l’ex premier Matteo Renzi ha rilasciato nel fine settimana al quotidiano La Repubblica non poteva non scatenare reazioni, all’interno del partito del PD – la cui minoranza non ha fatto mai mistero della sua avversione nei confronti di diverse riforme lanciate da Renzi – e da più parti. Mario Monti, per esempio, anche lui ex premier, ha commentato le parole di Renzi facendo anche una battuta: “(Renzi) ha fatto un eser...

“Euro non è la causa dei mali italiani. Anche con la lira Italia debole”
News / 17 gennaio 2017

Nessuna illusione. L’euro non è la causa dei mali dell’economia italiana.  Anche prima dell’introduzione della moneta unica, la flessibilita’ della lira, e quindi la possibilità di svalutare la valuta nazionale, aveva prodotto limitati benefici all’economia. A dirlo, smentendo così l’ idea molto popolare, il think tank Bruegel che, in un’analisi di tre economisti, evidenzia come nei 20 anni  compresi fra 1979 e 1999 (quando fu fissat...

Piazza Affari: c'è ancora la possibilità di sviluppi positivi
News / 17 gennaio 2017

Il Ftse Mib ha difeso per il momento il supporto di area 19.200, la cui tenuta potrà favorire nuovi spunti al rialzo. I market movers della prossima seduta. Dopo il rialzo di venerdì scorso, le Borse europee quest’oggi hanno fatto i conti con un ritorno delle vendite, in una giornata caratterizzata da volumi di scambio inferiori alla media, per via della chiusura di Wall Street nel giorno della festività del Martin Luther King ...

Pensione troppo alta: Inps sbaglia ma non può riprendere i soldi
News / 17 gennaio 2017

L’Inps ha scoperto di aver calcolato con troppa generosità un assegno pensionistico: purtroppo oltre alla notifica non potrà fare altro. La pensione, in generale, è sempre oggetto di discussione, ma in certi casi può arrivare anche una sorpresa Il punto interrogativo del futuro Pensione, croce e delizia: vuoi perché è notoriamente un’entrata particolarmente bassa (nella media di quelle erogate), vuoi perché per le nuove g...

Leonardo cala, ma gli analisti restano buy dopo ultimi contratti
News / 17 gennaio 2017

La società ha siglato venerdì scorso due contratti con il Ministero della Difesa italiano dopo quelli della scorsa settimana con la Difesa inglese. Le banche d’affari si mantengono bullish sul titolo. Ancora una seduta in calo per Leonardo-Finmeccanica che, dopo aver ceduto circa lo 0,2% venerdì scorso, quest’oggi ha perso terreno in maniera più consistente. Il titolo si è fermato a 12,85 euro, con un ribasso dell’1...

Parte male la settimana in Borsa
News / 17 gennaio 2017

Luxottica vola dopo l’annuncio della fusione con Essilor, ma conclude lontano dai massimi. Per il resto vendite sul gruppo Fiat e sugli assicurativi. Non solo i bancari, a far scendere il nostro Ftse Mib (-1,37%) hanno contribuito anche i titoli del Lingotto ed il comparto assicurativo. Non basta Luxottica (+8,25%) la cui annunciata fusione con la francese Essilor ha ricevuto il favore del mercato. Per il Patron del colosso italiano ...